Chi pratica uno sport agonistico, ma anche amatoriale, sa quanto le trasferte siano importanti per mettersi maggiormente in gioco, per farsi conoscere e per affrontare avversari sempre più forti. Tuttavia, non è sempre semplice organizzarsi. Un’idea sicuramente comoda e vincente per organizzare gli spostamenti può essere quella di noleggiare un pullman, affidandosi a servizi in rete come quelli che trovate su www.noleggio-pullman.it. Questo servizio giungerà in vostro soccorso sia per permettere gli spostamenti nella stessa città, che tra città diverse, oppure vi condurrà all’aeroporto o al porto per partecipare a competizioni e gare che si tengono all’estero.

 

Noleggiare un pullman come associazione sportiva: come fare

 

Se si decide di affidarsi ad aziende per il noleggio pullman si sceglie di farsi trasportare da guidatori esperti e abili, che conoscono molto bene le strade. Per organizzare le vostre trasferte, potete richiedere un preventivo online segnalando all’azienda il numero di sportivi o di sportive più gli accompagnatori (allenatori e/o genitori), le date in cui avrete bisogno del servizio e le mete prestabilite. La società farà dunque di tutto per mandarvi l’offerta più adeguata ai vostri bisogni e più vantaggiosa per voi. I pullman sono infatti dotati di ogni comfort e sono sicuri e controllati. Vi permetteranno di abbattere i costi relativi al carburante consumato per un mezzo privato e quelli relativi al parcheggio e ai pedaggi. Sono infatti tutti inclusi nel prezzo.

 

Noleggio pullman per sportivi: a chi conviene?

 

I viaggi in pullman sono ottimi per tutti i tipi di sport e servono per permettere agli sportivi e alle sportive di partecipare a partite e gare che si tengono lontano dalla loro sede di allenamento. Sono infatti perfetti per i giocatori dilettanti di calcio, che alternano partire “in casa” e partite “fuori casa” e devono quindi spostarsi piuttosto spesso nell’arco dell’anno. La stessa cosa riguarda chi pratica altri sport di squadra come il basket e la pallavolo. Non possiamo tralasciare anche i ginnasti e le ginnaste, sia di ginnastica artistica, che ritmica, che aerobica, che partecipano a tappe di serie A e gare provinciale, regionali e nazionali. Stesso discorso vale per gli sport “invernali” come il pattinaggio, lo scii, lo slittino, lo snowboard e il curling, diffusi soprattutto nel nord Italia.