Spesso può succedere di sentir parlare di interazioni indesiderate tra i farmaci quando si assume una terapia che ne comprende più di uno. Inoltre, possono succedere anche con farmaci e integratori di libera vendita cioè quelli cosiddetti da banco.

Che cosa si intende per interazione farmacologica

L’efficacia di un farmaco, a prescindere dalla sua tipologia, può venire meno per colpa dell’interazione con un altro farmaco che si sta assumendo. Inoltre, si può parlare anche di interazione con alimenti, bevande, prodotti omeopatici o vegetali sebbene minori. All’interno dei vari prodotti sono presenti elementi chimici che possono avere delle reazioni inaspettate e causare quindi problematiche varie come quelle che stiamo per vedere insieme nel paragrafo che segue.

Che cosa succede quando due farmaci interagiscono

Concentriamoci quindi sull’interazione tra farmaco e farmaco poiché questa è la più pericolosa che può variare l’efficacia terapeutica. Può trattarsi di un potenziamento o una diminuzione dell’efficacia del farmaco oppure la comparsa di un effetto collaterale. Può succedere che compaia un effetto indesiderato Non tanto per il farmaco che si assume Ma per il fatto di assumerne più insieme contemporaneamente, e come spesso succede alle persone anziane che si ritrovano ad affrontare diversi problemi di salute.

Da che cosa sono causate le interazioni tra farmaci

Spesso queste interazioni indesiderate sono causate dall’ignoranza di alcuni principi attivi all’interno del farmaco o degli altri prodotti assunti. Per tale motivo, ogni volta che si assume un farmaco, bisogna sempre comunicare al medico che lo prescrive Quali sono le altre terapie farmacologiche in corso che possono comprendere anche prodotti da banco. Inoltre, per gestire l’assunzione e la somministrazione dei farmaci a domicilio, vorrebbe sempre la pena fare riferimento a un valido infermiere a domicilio. Se desideri avere ulteriori approfondimenti, vai su www.infermiereadomicilionapoli.com

Come evitare le interazioni farmacologiche

L’unico metodo oggi esistente per evitare effetti indesiderati e diminuzioni dell’efficacia risulta quella di informare i medico, il quale potrebbe prevedere l’interruzione di uno o più farmaci e integratori, la sostituzione o delle modifiche in merito alle tempistiche e alle dosi da assumere.