Viaggi in Nord Africa: Le ceramiche tunisine

Gli oggetti dell’artigianato tunisino sono davvero tanti, tutti di ottima fattura e realizzati a mano, di notevole pregio artistico sono le terracotte decorate e le ceramiche dai colori solari, delle vere e proprie opere d’arte, che nascono dalle abili mani dei tanti artigiani, i cui tecniche segrete, sono tramandate di padre in figlio.

La produzione di piatti d’argilla e di statuette, ha origini molto antiche, risale ai berberi, come dimostrano i numerosi reperti, rinvenuti dagli archeologi nelle sepolture antiche, in particolarele figure in ceramica venivano realizzate e date in dono in occasione di matrimoni, per scacciare gli spiriti maligni

Piatti, vasi, ma anche splendide statuette prendono forma da una semplice pasta di argilla, prima vengono seccate all’aria aperta, per poi essere infornate ad una temperatura di oltre 1000 per 14 ore, terminata la cottura gli oggetti vengono decorati a mano, con disegni geometrici di colore marrone e nero, le tipiche tinte della terra tunisina.

Ma possono essere usate anche altre varianti, come l’azzurro come il cielo ed il mare, il verde come la speranza ed il colore dell’islam, il giallo che rappresenta il colore del sole e del deserto ed infine il bianco come simbolo di purezza.

I disegni geometrici riproducono nei secoli regole e codici precisi, alcuni evocavano elementi protettivi o di buon auspicio, per chi possiede l’oggetto.

Molti sono i laboratori dove i maestri vasai, invitano i turisti ad assistere alla lavorazione al tornio, per creare oggetti di uso comune oppure raffinate produzioni, si può scegliere di acquistare qualcosa già pronta o di far realizzare un oggetto con i colori che più si preferisce.

Tra i tanti oggetti i turisti solitamente decidono di acquistare un Tajin, ovvero il piatto, o meglio una specie di pentola con base rotonda e coperchio conico, ideale per cucinare i piatti della tradizione tunisina.

Per viaggiare in Nord Africa vi suggeriamo una visita al portale www.mamotravel.com