Impiantistica industriale: cos’è e come funziona

Quello dell’impiantistica industriale è un settore piuttosto ampio e complesso. Nell’articolo di oggi non ho la pretesa di offrirvi un quadro della situazione completo, però di darvi quelle indicazioni generali che vi aiuteranno a comprenderlo un po’ meglio, soprattutto per quanto riguarda gli impianti idraulici industriali.

Nell’impiantistica industriale vengono utilizzate una serie di macchine e di mezzi necessari per svolgere questo tipo di attività basata sulla trasformazione di risorse materiali ed energetiche.

Tutti i prodotti ottenuti possiedono delle caratteristiche uniche e, come si può ben immaginare, occorrono delle conoscenze specifiche per poter attuare tutto quanto il processo di realizzazione. Si devono conoscere perfettamente anche le varie macchine, così da comprenderne la criticità.

Per poter lavorare nel settore degli impianti industriali occorre una certa competenza, solo così è possibile affrontare tutte le fasi della produzione con precisione, sapendo affrontare anche gli eventuali imprevisti.

Questo settore si suddivide in:

  • Impianti tecnologici: comprende tutte quelle macchine che vanno a trasformare il materiale da lavorare.
  • Impianti di servizio: sono le strutture che permettono di creare un valore aggiunto del prodotto, senza però produrlo in modo diretto.

L’ingegnere come professionista deve progettare, costruire e svolgere gli interventi di manutenzione degli impianti industriali. Senza dimenticare quelle che sono le esigenze dell’impiantistica e le varie richieste del cliente.

Adesso analizziamo bene quali sono i settori dell’impiantistica industriale. Ogni professionista infatti si specializzerà nell’uno o nell’altro in base ai propri studi, la predisposizione personale e l’esperienza fatta nel settore.

Impiantistica elettrica

Il settore dell’impiantistica elettrica si occupa di produrre i vari impianti elettrici che sono necessari per il settore dell’industria e del commercio. Ma anche gli impianti per quegli ambienti dove può esserci un rischio di esplosione.

L’ingegnere elettrico progetta e crea i quadri elettrici sia a distribuzione di media e di bassa tensione. Sono fondamentali per portare l’elettricità in un determinato posto. Infine, rientrano nel gruppo le cabine elettriche di trasformazione.

Impiantistica idraulica

Arriviamo adesso agli impianti idraulici industriali. I professionisti che lavorano in questo specifico campo vanno a realizzare gl impianti antincendio, che possono essere sia fissi che mobili. Non solo, vi è tutta la progettazione e la realizzazione delle reti che servono a trasferire i fluidi. Infine, vengono realizzati dagli ingegneri idraulici gli impianti per poter eseguire lo stoccaggio tanto dei fluidi, quanto dei materiali gassosi che dei liquidi.

Impiantistica meccanica

Chi si occupa del lato meccanico dell’impiantistica va a realizzare strutture di carpenteria e vari tipi di sostegni per le apparecchiature. Non solo, si occupa anche delle apparecchiature a reattoristica per i processi chimici, petrolchimici e farmaceutici.

Impiantistica elettromeccanica

Gli ingegneri specializzati nell’impiantistica elettromeccanica si occupano di tutti quegli impianti di climatizzazione industriale, di compressione, raffreddamento di gas, di espansione di riscaldamento, di circolazione dei vari fluidi refrigerati, di raffreddamento, che vanno a produrre acqua calda e vapore e le portano nei vari edifici attraverso una buona rete di distribuzione. Infine, si occupa di progettare l’impianto di trasporto per quanto riguarda le sostanze solide, grazie a complessi sistemi a nastro, rullo o di tipo pneumatico.