Estrattore di succo: 4 dritte per scegliere quello giusto

L’estrattore è un apparecchio utilissimo in cucina: ormai sono davvero tante le persone che lo utilizzano quotidianamente perchè consente di ottenere un succo ricco di vitamine e sali minerali con ingredienti freschi e genuini. Per molte persone è difficile riuscire ad integrare nella propria dieta la giusta quantità di frutta e verdura, ma grazie all’estrattore il consumo medio di questi alimenti è aumentato negli ultimi anni. Si tratta dunque di un apparecchio che conviene avere in casa, ma che bisogna scegliere con un certo criterio. In commercio infatti al giorno d’oggi si trovano moltissimi modelli di estrattore e non tutti sono validi. Vale la pena fare attenzione al momento della scelta, valutando bene le caratteristiche di ogni prodotto.

Oggi vi diamo alcuni consigli per evitare di commettere errori e acquistare l’estrattore giusto per le vostre esigenze, senza spendere cifre esagerate.

#1 Leggere sempre le recensioni

Al giorno d’oggi abbiamo la fortuna di poterci informare in modo approfondito su ogni singolo prodotto leggendone le recensioni. Si tratta di un grandissimo vantaggio, perché in questo modo possiamo farci un’idea più precisa sulle varie caratteristiche dei modelli presenti in commercio e capire se realmente siano validi. Per prima cosa quindi vi consiglio di leggervi le recensioni di estrattoresumisura.it: su questo portale potete trovare moltissime informazioni e dettagli sugli estrattori e capire dunque quale potrebbe fare al caso vostro.

#2 Valutare le caratteristiche

Quando andrete a leggere le recensioni sui vari modelli di estrattore di succo, troverete anche la scheda tecnica con una serie di informazioni che sono utilissime per capire quale sia l’apparecchio più adatto alle vostre necessità. Uno dei fattori più importanti in assoluto, che quindi bisogna controllare con una certa attenzione, è la velocità della coclea. L’estrattore infatti si distingue dalla centrifuga perché lavora più lentamente e questo consente di mantenere intatte le proprietà di frutta e verdura. Per essere sicuri di poter preparare un succo ricco di nutrienti e quindi benefico, dovete scegliere un estrattore che non superi mai gli 80 giri/minuto.

#3 Controllare i materiali

Il materiale dell’estrattore e delle varie componenti è importante, perché incide non solo sulla durata dell’apparecchio ma anche sulla praticità della pulizia. Ricordate infatti che ogni volta che viene utilizzato, l’estrattore di succo deve essere pulito in ogni sua parte, filtro compreso. Molti modelli si possono mettere in lavastoviglie e questo è senza dubbio un bel vantaggio, che può fare la differenza in termini di praticità. Quelli realizzati con materiali più scadenti e meno resistenti invece devono essere lavati a mano, con un evidente perdita di tempo.

#4 Valutare il rapporto qualità-prezzo

Gli estrattori di succo sono generalmente più costosi rispetto alle centrifughe tradizionali, ma questo non significa che si debbano spendere delle cifre esagerate per acquistare un buon prodotto. Scegliere il modello pensando che se il prezzo è elevato allora anche la qualità sarà ottima è sbagliato, perché in commercio ormai si trova veramente di tutto. Per questo conviene sempre leggere le recensioni, in modo da capire se il rapporto qualità-prezzo sia buono o meno.