TV 2019 pronti per lo switch off del 2022?

Il passaggio al nuovo digitale terrestre, il Dvb-T2, è ormai prossimo, il nuovo standard per la ricezione dei programmi televisivi è una versione migliorata del DTB-T, odierno.
Per quanti comprendono i termini tecnici, tutto ciò non è un problema, sanno già se il loro apparecchio TV è conforme o meno al cambiamento.
Per tutti gli altri che non masticano termini tecnologici basterà sapere che se hanno comprato il televisore dal 2017 a oggi possono stare tranquilli: il passaggio sarà senza rischi perché compatibile con il nuovo digitale terrestre.
Infatti una legge ha obbligato i negozianti a essere in regola dal primo gennaio del 2017, mettendo in vendita solo televisori in linea col nuovo formato.
E a tutti gli altri non resta che trovare una soluzione, pena la perdita della visibilità dei propri programmi preferiti, comprare un televisore nuovo o un decoder.
Ma gli utenti possono stare tranquilli, il passaggio al nuovo avverrà per gradi e quanti rientrano nelle fascia I e 2 SEE, con redditi rispettivamente fino a 10.632,94 euro e fino a 21.256,87 euro, potranno beneficiare di uno sconto al momento dell’acquisto di 50 euro.
Per usufruire del bonus occorre recarsi prima al patronato o al CAF, e richiedere il proprio ISEE.
Si può anche acquistare il televisore, o il decoder, da un rivenditore online, che dovrà in ogni caso inserire i dati sulla piattaforma online dell’Agenzia delle Entrate.
Conoscendo le date regione per regione, del passaggio dal vecchio al nuovo digitale terrestre, si può programmare l’acquisto del nuovo TV durante un periodo di offerte, come quelle che si presentano in occasione del Black Friday che quest’anno inizierà dal 29 novembre 2019.