Recisioni per i cavalli: come vengono realizzate

Ci sono diversi prodotti che possono essere usati per realizzare le recinzioni per i cavalli. Oggi si usa moltissimo l’alluminio perché ha diversi punti di forza. Si tratta di un prodotto che può esser riciclato così da avere anche un aspetto ecologico non indifferente. ‘alluminio è un prodotto che è resistente e non richiede alcun tipo di manutenzione. I calvali no corrono rischi con una recinzione in alluminio che viene realizzata con trasverse arrotondate che non presentano spigoli o altri punto che possano ferire l’animale. L’alluminio no è suscettibile all’azione degli agenti climatici e perciò resiste all’esterno a lungo negli anni senza alcun tipo di problema. Il peso del cavallo vien retto alla perfezione dell’alluminio che casomai si deforma mano si spacca presentando punti taglienti per il cavallo. .

Le recinzioni in legno sono una soluzione piuttosto valida per i maneggi ma ci sono anche dei punti a sfavore da tenere in considerazione. Il legno è un prodotto che va trattato con cura e prodotto adeguati altrimenti si può deteriorare. Infatti, il legno è suscettibile all’azione deteriorante delle intemperie come acqua e umidità, che lo fanno marcire. Il legno inoltre è un prodotto che al avallo risulta più facile da rompere. Infatti, i pali in legno di una recinzione non saranno molto in grado di reggere il peso del cavallo nel caso in cui si dovesse appoggiare ai pali oppure cadere sul recinto. Va anche detto che il legno non è sicuro per un cavallo dato che potrebbe ferirlo. Se un palo di legno si rompe, per quagliassi motivo, potrebbe presentare un parte contundente che può ferire l’animale. Le schegge di legno, inoltre sono pericolose per l’animale che può avere poi un’infezione. Il cavallo può masticare parte del legno, soprattutto se un po’ marcio e rovinarsi la dentatura. Le recinzioni di legno possono esser valida ma è meglio fare attenzione e prediligere prodotti che oggi sono più professionali, così da avere un maneggio migliore e più attrattivo.