Piastra per capelli professionale: un parrucchiere a casa vostra

Oggi il look, soprattutto per le donne, è un elemento importante per esprimere se stesse ed il loro modo di essere. Questo è vero non solo nei confronti degli altri, ma anche di fronte allo specchio. Questo, infatti, è il primo severo giudice del proprio look. Avere i capelli in ordine è importante e imprescindibile per sentirsi a posto. Non tutti possono però permettersi di andare dal parrucchiere spesso, dato il costo che questo comporterebbe.

Farsi la piega a casa da sole, con il phon e la spazzola, non è una capacità però che tutte hanno. La soluzione a questo problema, per avere un look perfetto e ordinato, è l’utilizzo di una piastra per capelli professionale. Questi accessori possono essere davvero utili, non solo per stirare la chioma, ma anche per arricciarla e darle movimento con onde e frisé.

Come scegliere la piastra per capelli professionale adatta a voi

In commercio esistono tante tipologie di piastre per capelli professionali, ce ne sono davvero di tutti i tipi. Per selezionare la piastra di qualità e che fa al caso vostro, basta seguire qualche semplice consiglio. Le caratteristiche di cui tener conto per scegliere la piastra più adatta alle vostre esigenze sono le seguenti.

  • Piastra professionale: le piastre economiche possono anche creare acconciature ben fatte, tuttavia con l’andare del tempo, esse danneggiano i capelli. Per salvaguardare la salute della chioma, soprattutto in caso di capelli difficili da trattare, mossi, colorati, sottili, è necessario puntare solo a modelli professionali. I marchi professionali più conosciuti e quindi tante volte più costosi, non sono i soli marchi di eccellente qualità.
  • Temperatura ideale: una piastra per capelli professionale ha una temperatura non troppo forte, per non danneggiare i capelli, ma nemmeno troppo bassa, perché altrimenti essi non si acconciano come dovrebbero. La giusta temperatura è 200°-220° o poco più. In commercio, vi sono comunque modelli che permettono la regolazione della temperatura.
  • Rivestimento: la parte di piastra a contatto con il capello deve essere di un materiale sicuro e di qualità. I materiali più utilizzati sono il titanio, che scivola bene senza stressare il capello; l’acciaio, per un liscio perfetto; la ceramica, solida e potente; il tourmaline, innovativo e delicato.Un esperto vi può consigliare sul materiale adatto al vostro tipo di capello (Ad esempio la tourmaline bagnata nell’argan per un capello piu’ setoso e luminoso).
  • Dimensioni: la grandezza della piastra deve essere commisurata alla lunghezza dei capelli. In base a questo, essa può essere più o meno lunga o larga. Per i capelli corti e le frange meglio una piastra compatta; per i capelli lunghi, invece, meglio quella più larga.