La verità sullo spazzolino: meglio l’elettrico o il manuale?

Guardando le pubblicità in televisione capire quale sia effettivamente lo spazzolino migliore da utilizzare non è semplice. Chi produce spazzolini elettrici spesso sembra indicare quelli, così come fa anche chi domina il business di quelli manuali: di fronte alla pubblicità e agli interessi economici, insomma, capirci qualcosa molte volte non è affatto semplice per il consumatore.

Secondo uno studio ormai decennale le setole dello spazzolino elettrico che si muovono in maniera oscillatoria e contemporaneamente rotatoria permetterebbero di rimuovere la placca più in profondità, prevenendo molti problemi gengivali e la placca, più del normale spazzolino. Recenti studi confermano questo studio, tanto più che i modelli più nuovi hanno aggiunto ulteriori movimenti e oscillazioni più rapide che rendono il prodotto ancora più valido e potenzialmente efficace.

Nel frattempo, con gli spazzolini elettrici, comunque, si sono evoluti anche quelli tradizionali manuali, che si trovano oggi costituiti da materiali d’eccezione, con funzionalità speciali, con manici ergonomici, pulisci lingua, setole che riescono andare fra i denti etc.

Lo spazzolino elettrico

Oggi ci sono prodotti ad elevata tecnologia, con spazzolamento speciale per problematiche particolari, per favorire lo sbiancamento, per fare  il massaggio alle gengive. Il sensore di pressione garantisce la corretta pressione e ci sono anche dei timer per regolare le tempistiche della pulizia nelle varie zone. Gli spazzolini elettrici di ultima generazione hanno anche una lunga durata della batteria, caricatori da viaggio e molto altro. Ciononostante coloro che scelgono ancora di usare lo spazzolino normale sono ancora tanti.

La diversificazione fa sì che oggi in commercio ci siano tantissimi prodotti anche a prezzi diversi, cosicché la scelta è molto ampia. Uno dei prodotti più venduti, ad esempio, è l’Oral B PRO 400 che ha un buon prezzo anche con prestazioni molto buone. La presa è efficace e maneggevole e online molti dicono che anche dopo anni il funzionamento è paragonabile ai primi utilizzi. Ovviamente la testina va cambiata periodicamente. Per acquistare questo articolo a meno della metà del suo prezzo di listino è possibile tener sott’occhio le aste al centesimo, come RedBid, dove di tanto in tanto (come ora) c’è in vendita proprio questo articolo.

A conti fatti qual è il miglior spazzolino?

Parlando con un dentista quello che si evince è che l’importanza è lo spazzolamento. Che questo sia fatto con un articolo elettrico o meno, poco conta. Ovvio che con un sistema elettronico è molto più facile lavare i denti correttamente, anche perché le oscillazioni sono molto più rapide e sono in grado di togliere la placca in profondità. Anche questo prodotto, tuttavia, va utilizzato in modo corretto perché proprio la sua rapidità di movimento, sulle gengive può favorire il ritiro, con conseguenti lesioni.

Insomma a conti fatti i medici sembrano proprio confermare che lo spazzolino elettrico dal punto di vista della salute sia un prodotto ancora migliore. Se tuttavia, una persona lava i denti correttamente e con regolarità con uno spazzolino manuale otterrà comunque il benessere dentale, con tutti i vantaggi di un dispositivo facilmente trasportabile e poco ingombrante.