Cosa è la soda caustica e a che cosa serve

Con il nome di soda caustica si intende l’idrossido di sodio, una sostanza chimica dall’elevatissimo pH basico, solubile in acqua e dalla consistenza di grossi granuli bianchi. A contatto con l’acqua, la soda caustica sviluppa un forte calore, per questo motivo deve essere trattata con precauzione, utilizzando protezioni apposite ed evitando assolutamente il contatto con gli occhi e con la pelle. Al di là dei rischi che potrebbe comportare, la soda caustica viene utilizzata in molte occasioni, sia per uso industriale, sia per risolvere piccoli problemi di tipo domestico.

Per capire a soda caustica a cosa serve, basti pensare che è alla base della maggior parte dei detersivi e dei detergenti che si trovano in commercio, e in particolare dei prodotti specifici per la lavastoviglie, grazie alla sua caratteristica di non produrre schiuma e di detergere a fondo le superfici anche senza strofinarle.

Un contesto tipicamente casalingo che permette di scoprire a cosa serva la soda caustica è il caso delle tubature otturate: per disotturarle rapidamente, viene sfruttato proprio il potere di questa sostanza di attivarsi a contatto con abbondante acqua calda, rimuovendo gli eventuali blocchi solidi che ostruiscono il condotto. Ovviamente, proprio in merito a questa reazione, è necessario prestare la massima attenzione agli spruzzi che, nel caso in cui raggiungano gli occhi, possono essere molto pericolosi. In casa, il suo impiego è utile anche per la pulizia di superfici molto incrostate, come l’interno del forno, o per chi vuole provare a produrre un sapone casalingo con aromi naturali e olio di oliva.

Nell’industria chimica la soda viene impiegata anche per la produzione di sapone, con l’aggiunta di olio o di un altro grasso, e di molti prodotti di uso casalingo, detergenti, coloranti e candeggina, nell’industria alimentare è utile per favorire la panificazione di alcuni prodotti e come additivo per abbassare l’acidità.

Per quanto sia utilissima, la soda caustica resta sempre una sostanza pericolosa, per la quale è necessario rispettare precise precauzioni, non solo durante l’utilizzo, ma anche per quanto riguarda la conservazione e lo smaltimento, in quanto è inclusa tra i rifiuti pericolosi.