Come lavare un tappeto persiano: i 4 migliori consigli pratici

Non sbattere ma rovesciare

I tappeti persiani sono più delicati dei normali tappeti e perciò è necessario agire con cautela durante il lavaggio tappeti persiani Roma. È sbagliatissimo prendere un tappeto persiano e sbatterlo fuori all’aria perché è delicato e li nodi potrebbero rompersi e rovinare il disegno. Invece di sbatterlo, per togliere polvere, sporco e altri residui è sufficiente rovesciarlo così tutto quando cadrà per terra: è sufficiente lasciarlo girato per mezza giornata.

Usare il vapore

Un ottimo sistema per procedere con il lavaggio tappeti persiani Roma è usare il vapore. Oggi ci sono moltissimi elettrodomestici che creano il vapore per lavare diverse superficie, tra cui i tappeti. Per il tappetto persiano meglio usare un vapore caldo e secco perché se è umido il tappeto si bagna eccessivamente.  Si può aggiungere qualche goccia di olio essenziale che dà un buon profumo al vapore generato dall’elettrodomestico che va a pulire bene il tappeto, uccidendo anche eventuali infestanti come cimici di letti, acari e tarme.

Eliminare le macchie con acqua ossigenata

Togliere le macchie da un tappeto persiano non è facile senza l’intervento di un’esperta lavanderia. Si può provare a utilizzare dell’acqua ossigenata come quella che si usa per schiarire i capelli, basta che sia pura e non con l’aggiunta di altri ingredienti che possono avere un effetto corrosivo sul tappetto. Si versa l’acqua direttamente sulla superficie del tappeto persiano e si lascai agire per circa 10 minuti. Si deve strofinare con un panno e poi asciugare l’eccesso di acqua ossigenata presente nel tappeto con della carata assorbente da cucina.

Pulire con sale e aceto

Un ottimo sistema per pulire un tappeto persino è usare una miscela che si fa con sale grosso da cucina e aceto. I cristalli di sale sono usati per fare uno scrub, come succedere per purificare la pelle del viso o altre parti del corpo. Si crea una specie di crema granulosa che va fa strofinata sul tappeto per eliminare eventuali macchie persistenti. Si lascia agire e poi si strofina con acqua frizzante o semplice acqua del rubinetto.