Chi ha Diritto Alla Cancellazione Dei Dati Personali da Internet?

Cos’è il diritto alla privacy? Il termine privacy viene comunemente utilizzato per indicare il diritto alla riservatezza. Il diritto alla privacy e riservatezza non riguarda solamente informazioni attinenti la propria vita privata, ma fa riferimento a tutte le informazioni relative ad una persona, pure se non coperta da riserbo (diritto alla privacy definizione). Sono classificati come dati personali ad esempio il nome di una persona, il domicilio, il numero di telefono, etc.. La tutela dei dati personali è divenuta negli ultimi anni di notevole importanza, a causa soprattutto della sovraesposizione di questi sul web. Il web infatti, oltre alla pubblicazione dei dati, diventa pericoloso in termini soprattutto di diffusione, in quanto li trasmette rendendoli fruibili da chiunque. Non solo nella Costituzione Italiana diritto alla privacy è diventato centrale, poiché infatti ha condotto l’intera Comunità Europea a stipulare un nuovo Regolamento. Infatti, il diritto alla cancellazione dei dati personali fu approvato il 25 gennaio 2012 dalla Commissione Europea, la quale approvò la proposta di un regolamento sulla protezione dei dati personali (diritto alla privacy riassunto). Successivamente la Commissione è tornata sull’argomento, emanando difatti Il 4 maggio 2016 il regolamento dell’Unione Europea n. 2016/679, che entrerà in vigore dal 25 maggio 2018.

Il diritto alla cancellazione dei propri dati personali rappresenta uno dei diritti più importanti per il nuovo Regolamento, che viene denominato sotto il termini di diritto all’oblio ed è trascritto all’interno dell’art. 17 comma 1 del GDPR 2018. L’art. 17, il cui titolo è “Diritto all’Oblio (Diritto alla cancellazione dei propri dati personali)” indica in un certo senso la possibilità di chiedere una revoca consenso trattamento dei dati personali. Nello specifico ciò significa che il soggetto interessato, proprietario dei propri dati personali che sono visibili sul web, può richiedere al titolare del trattamento di rimuovere questi affinchè non siano più visibili. L’art. 17, infatti permette all’utente di sottoporre una richiesta al titolare del trattamento, ovvero di poter presentare grazie alla legge privacy un modulo cancellazione dati personali, affinché i dati non siano più visibili sul web.

Per scrivere un’efficiente lettera di cancellazione dati personali è importante che vi avvalete dell’ausilio di un avvocato, il quale può rintracciare tutti le informazioni necessarie per dimostrare in sede giudiziaria, la validità della richiesta. Il diritto alla cancellazione dei propri dati personali è un diritto importante che è di fondamentale importanza per l’onere e la propria reputazione. Infatti, nell’epoca 2.0 qualsiasi persona, attraverso la semplice digitalizzazione, può venire a conoscenza dei dati personali e anche del vissuto di una persona. Ciò comporta non solo un danno alla riservatezza dei propri dati personali, ma anche alla reputazione personale e lavorativa, qualora questa sia danneggiata da alcuni episodi in cui si è coinvolti. Ecco perché, vista l’importanza, l’Unione Europea ha fondato il nuovo Regolamento GDPR, ovvero il General Data Protection Regulation, che assume un’importanza centrale in termini di riservatezza e privacy.