Certificato di destinazione urbanistica, informazioni utili

Certificato di destinazione urbanistica

Il CDU meglio noto come il Certificato di Destinazione Urbanistica, introdotto con una legge del 1982, ha lo scopo primario di attestare in base al Piano Regolatore Generale ed al Piano Urbanistico Comunale, la destinazione e le prescrizioni urbanistiche relative ad un determinato terreno o ad un immobile.

Serve ad identificare le aree edificabili, nonché quelle con indici e vincoli di varia natura, come può essere un vincolo paesaggistico o una zona a rischio inondazioni.

Questo documento acquista vitale importanza nel caso di compravendite, donazioni o successioni ereditarie, riguardanti terreni censiti al Catasto Terreni o ad aree urbane censite dal Catasto Urbano, con una superficie non superiore a mq 5.000.

Il certificato può essere richiesto per via telematica o in modalità cartacea recandosi presso lo sportello Unico dell’Ufficio Protocollo Generale può essere richiesto da un tecnico incaricato o da colui che esercita un diritto reale, come un erede o il proprietario stesso.

Se la documentazione apportata risulta idonea, entro 30 giorni si può entrare in possesso del certificato ed avrà la durata di un anno dalla data del rilascio e deve essere allegato alla denuncia di successione.

Nel caso di suddivisione tra gli eredi non è necessario presentare il CDU, basta una semplice autocertificazione da parte degli spettanti diritto all’Agenzia delle Entrate e dichiarare il valore attribuito al terreno.

Per maggiori informazioni vi suggeriamo il sito della iRebuilding SRLS immobili Abruzzo,  società specializzata in pratiche edilizie nelle province di Pescara e Chieti: SCIA, sanatorie, permesso di costruire, certificato di agibilità, ristrutturazioni, accatastamenti, APE Pescara.