Bookmakers stranieri: quali sono e come sceglierli

Quando si parla di bookmakers stranieri, con ogni probabilità si sta parlando di siti di scommesse dedicati a campionati stranieri, sport non o poco praticati in Italia e che, però, negli ultimi tempi soprattutto, hanno cominciato ad attrarre i bookie e gli appassionati di scommesse sportive soprattutto per la loro potenziale profittabilità. Per una sorta di “legge di mercato”, infatti, quando poche persone puntano su una certa squadra, su un certo risultato, le quote in caso di vittoria diventano molto alte: tradotto per chi non abbia grande familiarità con il mondo delle scommesse, ciò significa un guadagno più alto, anche a fronte di una cifra scommessa molto contenuta. Per questo insomma è facile spiegarsi il recente successo dei siti online che si occupano di scommesse su campionati stranieri e, più in generale, perché questi registrino un numero sempre più alto di utenti.

Bookmaker stranieri, quote e guadagni dalle scommesse

Chi si stia chiedendo, allora, che caratteristiche deve avere un sito di scommesse sportive all’estero potrebbe rimanere sorpreso nel sapere che un bookmaker italiano e un bookmaker straniero sono esattamente la stessa cosa – anzi, in qualche caso, chi si occupa di scommesse sportive sui campionati e gli sport più praticati in Italia ha preso a “coprire” anche il mercato straniero, proprio convinto dalla sua recente popolarità. La qualità del servizio offerto è, allora, la prima caratteristica indispensabile: quando si parla di scommesse più che in qualsiasi altro caso, qualità è sinonimo di sicurezza dal momento che c’è sempre in gioco un investimento, seppur minimo, di denaro. Affidarsi a un sito molto ben conosciuto è così una buona idea se si vuole puntare in tutta tranquillità, esattamente come lo è scegliere un bookmaker che sia “specializzato” nello sport, nel campionato in questione. Altrettanto importante può essere valutare le quote offerte dal singolo bookmaker: per quanto ormai non ci siano grandi differenze tra un sito, un centro scommesse e un altro, per i campionati e gli sport praticati soprattutto all’estero possono esistere infatti ancora differenze consistenti sulle quote scelte da ciascun provider e, di conseguenza, sulle possibilità di guadagno sulla scommessa.