Autonoleggio in Italia: alcuni punti da tenere a mente

Quando si viaggia, una delle preoccupazioni maggiori è quella di far sì che gli spostamenti risultino il più veloci e confortevoli possibile. Chiaramente, a nessuno piace trascorrere ore interminabili seduti in treno o dover fare la lotta tra autobus, taxi e metropolitana per raggiungere uno dei tanti punti d’interesse della città. È proprio per questi motivi che negli ultimi anni sembra che in Italia stia prendendo sempre più piede l’abitudine al noleggio auto e al car sharing. A confermarlo sarebbero stati i dati della 18° edizione del Rapporto Aniasa, secondo il quale il numero di italiani a scegliere la smart mobility avrebbe ormai raggiunto il milione. A cosa si deve, dunque, questo successo? Quali sono i punti da tenere a mente quando si sceglie di noleggiare un’auto per organizzare gli spostamenti delle proprie vacanze?

1. La scelta del fornitore

Andando per ordine, una delle prime domande che ci si pone quando si sceglie di noleggiare un’auto è quella relativa alla scelta del fornitore. Scegliere quello giusto è infatti fondamentale per avere un’esperienza di viaggio pratica e confortevole. Una delle opzioni a disposizione è, ovviamente, quella di scegliere di affidarsi a un autonoleggio locale, scelta senz’altro sensata quando si viaggia in località molto piccole e poco affollate. In alternativa, oltre alla possibilità di rivolgersi alle grandi compagnie internazionali, una scelta decisamente più conveniente è quella di utilizzare un comparatore di prezzi. Comparatori come noleggioautolowcost.it, infatti, permettono al viaggiatore di confrontare i prezzi di oltre 1500 fornitori tra quelli disponibili per la meta scelta: per farlo, è sufficiente indicare la data ipotetica di ritiro e riconsegna dell’auto e la destinazione del viaggio. In questo modo, infatti, oltre ad aver la garanzia di poter scegliere tra alcune delle aziende di migliore qualità, si ha anche la possibilità di poter valutare tra i prezzi più convenienti per i parametri scelti.

2. Franchigia inclusa o no?

Un altro accorgimento utile in caso di noleggio auto è quello relativo alla presenza della franchigia in caso di furto o danni. Per quanto possa sembrare inutile assicurarsi di avere una copertura totale quando si noleggia un’auto per pochi giorni, in realtà è bene far sì che questa copertura ci sia. In molti casi, la protezione completa ha un costo giornaliero e ciò potrebbe far desistere molti viaggiatori dallo scegliere di pagarla. È importante però ricordare che la cifra ipotetica da dover pagare nel caso in cui avvenga effettivamente un furto o l’auto venga danneggiata sarebbe molto maggiore dei costi della franchigia. Ovviamente, non esiste una scelta giusta e universale, valida per ogni singolo caso. In situazioni come questa, è anche importante saper valutare sulla base del viaggio che si ha intenzione di affrontare e del luogo in cui l’auto stessa verrà noleggiata. L’essenziale è conoscere bene ogni possibilità a disposizione.

3. Alcune accortezze generali

Infine, ecco alcune semplici accortezze da tenere a mente in tutti i casi in cui si sceglie di noleggiare un’auto. Innanzitutto, è importante ricordare che per noleggiare un’auto in Italia è necessario aver compiuto i 21 anni d’età; sotto i 25 anni, però, viene solitamente chiesto il pagamento di una quota aggiuntiva. In casi di viaggi molto lunghi, poi, è bene far sì che ci sia un secondo guidatore: anche per questo, però, è possibile che venga richiesta una quota aggiuntiva. In ultimo, mai dimenticare i documenti necessari per noleggiare l’auto: patente di guida del conducente e qualsiasi altro documento venga richiesto dal fornitore.

Poche accortezze per un servizio che, secondo il Rapporto Aniasa, agli italiani piace sempre più. D’altronde non c’è niente di meglio che potersi spostare in completa autonomia, libertà e sicurezza.