Auto in Italia sempre più vecchie: impossibile sostituirle?

L’automobile in Italia è un bene considerato irrinunciabile. Infatti, sulle strade del Bel Paese circolano all’incirca 37 milioni di veicoli. A riportare tale dato sconcertante è stata l’Unrae (Unione Nazionale Rappresentanti Autoveicoli Esteri), che ha messo in luce anche un altro aspetto poco positivo, ovvero che il parco auto dello stivale invecchia sempre più velocemente, tanto che l’età media di una macchina italiana si aggira attorno agli 11 anni.

Sembra, inoltre, secondo i dati forniti dall’Aci, che per smaltire i veicoli altamente inquinanti ci vorranno circa 14 anni. Vi starete chiedendo come mai gli Italiani non provvedano alla regolare sostituzione delle vetture vecchie con quelle nuove. Il problema è di natura economica, in quanto, a seguito della crisi, la popolazione del Bel Paese cerca di attuare spese contenute, in modo da mettere da parte più soldi possibili per il futuro.

Noleggio a lungo termine: una valida alternativa all’acquisto di auto nuove

Una valida alternativa all’acquisto di un’auto nuova, che, se incentivata, potrebbe portare alla diminuzione delle macchine ormai da rottamare presenti in circolazione, è il noleggio a lungo termine. Si tratta di un sistema di abbonamento mensile, che consente di avvalersi a tutti gli effetti di una macchina, ma senza doverla comprare.

Tale formula prevede la stipula di un contratto, che va, di norma, da un minimo di 2 anni  ad un massimo di 5, con un canone che varia a seconda dei chilometri che si intende effettuare, nonché alla tipologia di macchina ed alla marca che si vuole noleggiare. I servizi compresi nel canone vengono pattuiti prima della firma e sono davvero numerosi.

Tant’è che, solitamente, l’unica spesa prevista, oltre il canone mensile è il carburante. Il resto (ovvero bollo, assicurazione, cambio gomme, soccorso stradale e tagliandi) è compreso, per tanto non rappresenta più un motivo di preoccupazione per l’automobilista. L’importante è affidarsi ad un’azienda leader nel settore, così da riuscire veramente a risparmiare, come con Finrent (www.finrent.it)  il noleggio a lungo termine che conviene.

Costo auto elevato: da cosa dipende?

Gli Italiani si trovano spesso in difficoltà nello sborsare, non solo la cifra necessaria per acquistare un’auto nuova, ma anche quella prevista per mantenerla. Ogni anni anno, infatti, vi sono delle spese fisse con le quali bisogna confrontarsi, che possono risultare davvero onerose. In particolare, l’RCA, il tagliando, il bollo, il carburante ed il cambio gomme, causano un duro colpo ai portafogli  degli automobilisti italiani.

In più bisogna contare che, ogni anno che passa, le vetture tendono a svalutarsi, per tanto, perdono di valore, e, in caso di vendita la possibilità di guadagnare è davvero limitata. Parlando di dati oggettivi, sembra che nel Bel Paese ogni anno per la manutenzione della macchina vadano in fumo poco meno di 4.000 euro.

Si tratta di una cifra davvero importante, soprattutto per quelle famiglie che possono contare su stipendi non troppo elevati o che faticano ad arrivare a fine mese. Alla luce dei fatti, quindi, non appare affatto strano che in Italia ci siano tante macchine vecchie e che poche persone abbiano intenzione di disfarsene, almeno nell’immediato, anche perché l’auto è indispensabile, in quanto il sistema dei trasporto pubblico è piuttosto carente.